PAOLO DI LAURA FRATTURA SOTTOSCRIVE L’APPELLO NAZIONALE “CINQUE PUNTI PER FAR RIPARTIRE LA CULTURA”

on . Postato in Comunicati

Il candidato del centrosinistra alla Presidenza della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, ha sottoscritto oggi, giovedì 21 febbraio, l’appello “Cinque punti per far ripartire la cultura” promosso da Federculture, Fai, Legambiente, Italia Nostra, Mab, Anci, Upi e molte altre realtà che chiedono impegni precisi per mettere al centro dell’azione di governo del prossimo governo la cultura.

Tra le centinaia di firmatari anche Nicola Zingaretti e Umberto Ambrosoli.

Cinque punti per far ripartire la cultura, Frattura: io firmo
 
«Sono convinto che per un molisano sia un dovere morale sottoscrivere quest’appello. E per un candidato alla carica di governatore del Molise lo è ancora di più.
Per questa piccola terra la dimensione culturale è, in maniera ingiusta, deplorevole, e da troppo tempo, vissuta come una sottodimensione.  Il Molise è maglia nera, tra le regioni italiane, per l’occupazione in tale ambito. Abbiamo contenitori culturali bellissimi nei quali non mettiamo contenuti.  Non ci sono raccordi tra un evento e l’altro, non ci sono un coordinamento strategico e una programmazione organica. Nel Molise, non tutti, ma troppi e in particolare chi avrebbe dovuto, non hanno mai mostrato di credere che la cultura potesse essere uno dei principali traini della sua economia. Chi ci ha creduto, facendo anche sacrifici immensi, non è stato sostenuto. Ora, però, non ci soffermeremo oltre su ciò che è stato: è giusto guardare avanti per cambiare passo. Noi siamo convinti del contrario. Siamo convinti che la cultura produce ricchezza. E da qui si parte.
In questo importante manifesto ci sono parole precise nelle quali si riconosce la linea del nostro modo di amministrare.  Mi riferisco alle cinque priorità indicate: puntare sulla centralità delle competenze, promuovere e riconoscere il lavoro giovanile nella cultura, investire sugli istituti culturali, sulla creatività e sull'innovazione, modernizzare la gestione dei beni culturali e avviare politiche fiscali a sostegno dell'attività culturale. 
Noi del centrosinistra in Molise abbiamo deciso di mettere al centro di ogni nostra scelta per ogni settore merito competenza e esperienza.  Con un obiettivo preciso: fare del Molise una regione moderna, in grado di crescere. Moderna nella fruizione anche della sua bellezza e delle sue potenzialità culturali. Abbiamo un’idea per farlo: metteremo i teatri in rete, favoriremo l’accesso al credito e programmeremo la stagione culturale nell’arco dell’intero anno.  Rilanceremo e valorizzeremo l'immenso e purtroppo sconosciuto patrimonio molisano, la produzione creativa e la fruizione culturale. A tutto campo, partendo dal sostegno all'istruzione, dalla ricerca alla valorizzazione delle capacità e delle eccellenze.