Punti Programmatici: «il Molise che Sarà»

 Le giovani famiglie
La casa accessibile a tutti, dove vivere è socializzare: diritto alla casa per le giovani famiglie e per i lavoratori a basso reddito con le social housing, soluzioni abitative innovative, a canone calmierato, già sperimentate in Italia con successo. Attingeremo allo specifico fondo della Cassa depositi e prestiti per realizzare gli alloggi del futuro, dove la convivenza di altissima qualità sarà legata al rispetto per l’ambiente e all’integrazione sociale.

Terza Età
Il patto tra generazioni: sosterremo gli anziani attraverso l’integrazione delle conoscenze tradizionali e la realtà contemporanea e daremo ai giovani, avvicinandoli agli anziani, occasioni di crescita umana e professionale.

Infrastrutture
Il Molise in treno: renderemo efficiente la tratta ferroviaria Campobasso-Roma per spostamenti sicuri, veloci, comodi, economici e rispettosi dell’ambiente. Potenzieremo le tratte interne per collegamenti più agevoli.
Il Molise in auto: investiremo sulla manutenzione per una viabilità regionale più rapida, sicura e collegata alle più importanti direttrici nazionali e alle rotte del commercio europeo.
Il Molise nel mondo: sfrutteremo la posizione strategica della nostra costa per fare del Molise la cerniera commerciale del Mediterraneo.

Lavoro
Il diritto al lavoro: assicureremo il reddito minimo garantito ai giovani che non hanno lavoro e a chi lo ha perso. Progetteremo percorsi formativi per dare l’opportunità ai disoccupati di tornare sul mercato del lavoro.
La cura del tempo in rosa: favoriremo l’occupazione femminile con progetti per la conciliazione degli impegni di lavoro con quelli per la famiglia. Valorizzeremo le eccellenze nell’ambito universitario e della ricerca, supporteremo gli ambiti professionali ad alta concentrazione di lavoro femminile (terzo settore, servizi alle imprese, servizi para medicali).

Cultura e istruzione
La cultura per produrre ricchezza: daremo spazio, strumenti e occasioni di crescita ai giovani talenti e alle tante professionalità. Valorizzeremo ogni risorsa culturale per far crescere il territorio. Metteremo in rete le strutture e i soggetti pubblici e privati. Favoriremo l’accesso al credito per le attività culturali. Programmeremo la stagione culturale nell’arco dell’intero anno.
La scuola nel lavoro: faremo dell’alternanza scuola – formazione – lavoro il motore del nostro futuro.

Turismo
Il bello organizzato e programmato: renderemo il settore turistico un ingranaggio perfetto e coerente all’interno di una programmazione strategica regionale. Guideremo con una regia unica l’offerta turistica che risulterà strutturata e professionale. Realizzeremo un turismo ecosostenibile, puntando a un turismo culturale.

Amministrazione
La politica del rigore pubblico: riorganizzeremo la macchina amministrativa regionale. Stop alle consulenze faraoniche, stop ai consigli di amministrazione inutili.
La politica della trasparenza: taglieremo sprechi e privilegi e adotteremo strumenti per rendere l’operato dell’amministrazione regionale trasparente e accessibile ai cittadini.

Sanità
La medicina vicina al cittadino: avvicineremo la sanità ai cittadini tra interventi tempestivi e centri di prima emergenza, accorgeremo i tempi d’attesa. Offriremo cure e prestazioni di qualità con strutture di alta specializzazione così da creare poli della salute attrattivi anche per i malati di fuori regione. Trasformeremo l’ospedale Cardarelli in policlinico regionale attraverso l’integrazione con l’Università e la facoltà di Medicina. Istituiremo corsi di specializzazione accademica legati al fabbisogno risultante dall’istituzione di un osservatorio epidemiologico regionale.

Assistenza e solidarietà
La preparazione che qualifica l’aiuto: creeremo centri diurni di assistenza ad alta professionalizzazione, residenze sanitarie assistenziali, per aiutare le famiglie ad avere una vita migliore e dare maggiore autonomia ai malati. Daremo supporto specializzato e professionale anche alle disabilità più gravi. La Regione sarà vicina ai meno fortunati.

Ricostruzione
La fine dei lavori senza fine: porteremo a termine la ricostruzione post sisma in tempi certi. Faremo ripartire i cantieri, mettendo in campo iniziative specifiche per recuperare risorse utili alla realizzazione delle case che dopo 11 anni troppi cittadini attendono ancora.

I piccoli centri
Nuova linfa ai piccoli comuni: argineremo il lento declino dei nostri paesi con progetti di sviluppo territoriale strategico. Garantiremo servizi tecnologici efficienti, diffusi e capillari (Internet a banda larga anche nei centri più piccoli, ricezione ottimale del segnale televisivo). Promuoveremo la riqualificazione dei centri storici.

Ripresa economica (Artigianato – Industria – Edilizia)
Il rilancio dell’iniziativa privata: favoriremo le strategie di impresa con forme aggregative virtuose: cooperative, distretti tecnologici, reti. Forniremo strumenti di supporto alle aziende, snellendo l’apparato burocratico, migliorando le infrastrutture. Riformeremo la Finmolise: sarà efficiente e funzionale per gli imprenditori. Agevoleremo l’accesso al credito, detassando gli investimenti e assicurando ai fornitori pagamenti in tempi certi da parte degli enti pubblici.

Agricoltura
I campi seminati di tecnologia: svilupperemo agricoltura e agroalimentare in una collaborazione continua e mirata con l’Università del Molise e la facoltà di Agraria: porteremo le nuove generazioni a investire nel settore dando sostegno alla tecnologia e alle colture strategiche. Con l’agricoltura ci prenderemo cura del nostro territorio.

Allegati:
Scarica questo file (Le vostre proposte inserite nel Programma.pdf)Le vostre proposte inserite nel Programma.pdf[Il Molise di tutti 2013]
Scarica questo file (Programma Frattura Il Molise di tutti 2013.pdf)scarica il programma completo[Il molise di tutti 2013]